Spremere un limone per ricavarne più succo possibile: il trucco da chef

Come spremere un limone e ridurne gli sprechi Contro gli sprechi in cucina, si raccomanda di eseguire un'altra operazione prima di gettare il limone spremuto nel secchio della spazzatura


0
54 shares

È possibile spremere un limone per ricavarne più succo possibile evitando anche gli sprechi. Con i gesti giusti è possibile utilizzare al meglio le virtù del succo dell’agrume.

Anche se sembra qualcosa di banale, a cui nessuno pensa mai, è possibile fare un po’ di economia domestica con questa semplice operazione. Infatti con un po’ di accortezza si eviterà di buttare via mezzo limone ancora zeppo di succo e riciclabile per altri usi. Basta solo cambiare il modo di tagliare l’agrume.

Invece di tagliare il limone nel verso della sua larghezza, si consiglia di cambiare verso. Ossia di tagliarlo a metà dalla parte più lunga, in seguito si deve prendere una forchetta. Si tratta di un segreto messo a punto da esperti chef, che assicurano che con questa operazione si potrà estrarre più succo dalla polpa interna.

Ma si può optare anche per un secondo trucchetto svelato su NDTV Food che consiste nel rendere più morbida la scorza del limone. Solo dopo si può passare a spremerlo. Per ammorbidire la buccia serve immergere il limone in una ciotola piena di acqua calda e lasciarlo lì per qualche minuto.

Dopo questo passaggio, la buccia si presenterà più morbida. Ma si deve anche rotolare il limone contro una superficie dura prima di tagliarlo. Solo dopo questo step si può spremere. Con queste operazioni si rompono le membrane interne e sarà più facile la spremitura.

Come spremere un limone e ridurne gli sprechi

Contro gli sprechi in cucina, si raccomanda di eseguire un’altra operazione prima di gettare il limone spremuto nel secchio della spazzatura. Infatti è possibile ricavare dal limone delle deliziose zeste ossia delle scorzette candite.

Basta semplicemente tagliare con un pelapatate la buccia esterna, evitando di avvicinarsi troppo al bianco. Poi si devono candire sbollentandole almeno tre volte con acqua ed infine con acqua e zucchero. Si ottengono così canditi da conservare in frigo ben coperti dentro un contenitore ermetico o congelare in freezer, durano 3 mesi.

Ma con la scorza dei limoni si può ricavare un altro scarto prezioso. Infatti è possibile preparare del pot-pourri naturale agrumato. La stessa operazione che si fa sulla scorza di limoni si può fare su quella delle arance. Basta poi mixare alle bucce degli agrumi delle erbe aromatiche profumate e si potrà usare il pot-pourri per eliminare gli odori che si raccolgono negli ambienti domestici.

Ma è possibile anche preparare un mix detergente con scorza di limone, aceto bianco e sale per pulire a fondo le stoviglie, soprattutto le pentole e le padelle.

Leggi anche : Depurare intestino e fegato con limone e aloe vera


Like it? Share with your friends!

0
54 shares

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *