Sentirsi stanchi durante la quarantena è una reazione comune

A causa di tale scompenso le persone non dormono bene. Inoltre sono di cattivo umore, non riescono a concentrarsi.


0
98 shares

Nel corso dell’isolamento imposto dalla pandemia da Coronavirus, molti hanno iniziato a sentirsi stanchi durante la quarantena.

Una forma di reazione fisica e mentale ad una costrizione, come spiegano gli esperti. Si tratta di una stanchezza eccessiva e motivata, che può essere contrastata in modo pratico per recuperare le energie.

La popolazione costretta a restrizioni prolungate ha subito una dura prova a livello psicofisico. Come conseguenza molti hanno lamentato di sentirsi troppo stanchi durante il periodo di quarantena.

Gli scienziati hanno rivelato che durante un periodo di forte incertezza ed emergenza è comune sentirsi ansiosi e spaventati. Perché si perde il controllo sulla vita. Una spiegazione data dai ricercatori dell’Università di Warwick: Nicole Tang, Shilpa Patel, Harbinder Sandu.

Sentirsi stanchi durante la quarantena: la spiegazione

Quindi la stanchezza può essere considerata una sorta di sintomo correlato al Coronavirus. Inoltre la perenne stanchezza si accompagna spesso ad altre sensazioni. Si tratta di stati di: ansia, stress, preoccupazione, paura. Questo contorno di emozioni negative aggrava la stanchezza ed il malessere percepiti.

Senza trascurare il fatto che il cambio drastico della propria routine impatta sulla qualità del sonno. Con influenza sulla disponibilità di energie fisiche e mentali.

La stanchezza da quarantena dipende dal rimanere al chiuso per un lungo periodo. Si risente della mancata esposizione alla luce del sole. Che oltre ad agire da antidepressivo regola il ritmo circadiano del corpo. Il ritmo circadiano indica il ciclo sonno/veglia del corpo e come conseguenza ad una limitata esposizione al sole, il corpo subisce un deficit. Perché non riesce a sintetizzare la vitamina D.

A causa di tale scompenso le persone non dormono bene. Inoltre sono di cattivo umore, non riescono a concentrarsi. Ne deriva così un aumento dei livelli di ansia e di stress come riferiscono i ricercatori dell’Università di Warwick. Chi non riesce a dormire bene la notte, si sente stanco per tutto il giorno.

Inoltre, i ricercatori segnalano che coloro che hanno vissuto delle emozioni intense o dei disturbi da stress post-traumatico spesso soffrono di stanchezza e di problemi di sonno.

Il dottor Anup Kanodia, specialista in medicina alternativa, integrativa e funzionale, ha indicato nella distanza sociale una porta di accesso alle fonti che scatenano una reazione. In quarantena mancano le possibilità di distrarsi e di interagire con gli altri che permettono di solito di reagire.

Ma è possibile risolvere la sensazione di stanchezza evitando i comportamenti che aumentano il senso di ansia. Il dottor Soma Mandal consiglia di limitare il tempo sui social media e sui notiziari. Per rimanere aggiornati evitando però di diventare troppo apprensivi.

LEGGI ANCHE : Pediluvio rilassante contro la stanchezza di fine giornata


Like it? Share with your friends!

0
98 shares

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *