Ricaricare lo smartphone con le lacrime


0
91 shares

Ricaricare lo smartphone può essere complicato soprattutto se stiamo spesso fuori casa.

E’ complicato trovare un luogo dove caricarlo, per questo ci sono tanti caricabatterie portatili che si possono ricaricare lo smartphone a casa.

Per fortuna in futuro non ci saranno più di queste preoccupazioni.

Ebbene sì, basterà piangere per ricaricare il nostro smartphone!

L’Istituto Bernal dell’Università di Limerick, in Irlanda, ha messo a punto un meccanismo che potrebbe davvero rivoluzionare il nostro modo di ricaricare lo smartphone.

Infatti, da tempo viene studiato il lisozima, una sostanza appartenente ad un cristallo presente nelle lacrime che se sottoposta a determinate condizioni può generare elettricità ed energia.

Partendo da questo presupposto, si è provato a comprendere se si può generare energia in modo alternativo e soprattutto se può servire  prodotti di piccole dimensioni, come appunto lo smartphone.

Ricaricare lo smartphone .Il lisozima non si trova solo nelle lacrime ma anche altrove come ad esempio nel bianco dell’uovo.

La piezoelettricità, di tipo biologico, nei cristalli di lisozima è significativa . Questo significa che potrebbe davvero essere utile per ricaricare anche più volte un cellulare.

Gli studiosi olandesi hanno rivelato che la piezoelettricità si studia dal 1965, ma per la prima volta qualcuno ha deciso di trasformarla in qualcosa che somigliasse all’energia tradizionale per ricaricare.

E’ davvero fondamentale poter generare nuove fonti di energia.

Quella prodotta dal lisozima potrebbe essere più ecologica ed economica di quella al quarzo, e potrebbe davvero cambiare il futuro di oggetti tecnologici che al giorno d’oggi, con le conoscenze attuali, fanno del male all’ambiente.

Quello che gli studiosi pensano è che il lisozima potrebbe servire anche per somministrare dei farmaci e per risolvere alcune patologie.

Ricaricare lo smartphone con le lacrime potrebbe essere ben presto possibile.

E voi piangereste per vedere la vostra carica schizzare al massimo? Naturalmente, per fortuna, non è così che funzionerebbe la piezoelettricità…

LEGGI ANCHE : Bambini e smartphone: non calmano


Like it? Share with your friends!

0
91 shares

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *