Lo stress tossico si deve distinguere dallo stress: la differenza

La maggior parte delle persone ritiene che questo stato di tensione e nervosismo sia una componente tipica della quotidianità.


0
97 shares

Alcuni ricercatori hanno spiegato la differenza tra lo stress e lo stress tossico, sottolineando come si tratti di due aspetti differenti. Si parla comunemente di stress fisico e mentale per identificare un periodo di forte tensione che si vive temporaneamente.

Quindi dopo il suo superamento non lascia strascichi. Invece la forma di tipo tossico può prolungare i suoi effetti negativi nel tempo. Come conseguenza il soggetto si ritrova a dover fare i conti con degli impatti negativi a livello psicofisico.

La maggior parte delle persone ritiene che questo stato di tensione e nervosismo sia una componente tipica della quotidianità. Quindi si tende a non dedicargli il giusto peso, si trascura infatti di pensarci.

Secondo gli esperti, molte persone potrebbero avere a che fare con più di un tipo di stress. Per cui è fondamentale distinguere la forma tossica. Nel caso di comune stress, esso si esaurisce quando l’evento scatenante è finito, quindi è autolimitante.

Come ha spiegato il dottor Lawrence Weinstein, l’ufficiale medico capo dei Centri Americani per le Dipendenze. Inoltre il dottor Weinstein ha sottolineato come lo stress tossico “prende la risposta naturale ed involontaria allo stress che tutti noi abbiamo, e la prolunga per un periodo di tempo”.

Anche il dottor Casey Green, direttore medico del Greenhouse Treatment Center di Grand Prairie, in Texas, ha rimarcato la differenza con il normale stress. In particolare ha evidenziato come le situazioni che causano lo stress tossico sembrano di solito inevitabili.

Ma i fattori dello stress comune prevedono dei cambiamenti nella quotidianità. Invece tra i fattori di quello tossico si possono riscontrare spesso dei traumi, degli episodi sconvolgenti capaci di cambiare la vita in modo radicale.

Come riconoscere e gestire lo stress tossico

È possibile riconoscere lo stress tossico come spiegato dalla dottoressa Dawn Kingston. La quale invita a controllare la frequenza con cui si sperimentano queste 5 esperienze nel corso dell’ultimo periodo. Bisogna infatti domandarsi:

  • Ti senti teso fisicamente?
  • Hai detto o pensato una frase tipo “Non riesco proprio a sopportare nient’altro”?
  • Sei spesso irritabile con i tuoi cari?
  • Ti senti preoccupato?
  • Hai la sensazione di essere fuori controllo, come se non avessi opzioni o soluzioni?

Se si risponde a tutte queste domande in modo affermativo, allora si potrebbe essere nella condizione di vivere un periodo di stress tossico.

Spesso diventa difficile gestire gli effetti di tale tensione che tende ad intaccare sia la salute fisica che quella emotiva. Allo stesso tempo la durata dello stress può essere diminuita dalle capacità di affrontare i problemi.

Per contrastare lo stress ci sono delle vantaggiose strategie quali: sviluppare un senso di comunità; riformulare le proprie prospettive; prendersi sempre cura di sé; essere consapevoli. Nei casi in cui non si riesce ad affrontare questo malessere fisico e mentale è opportuno il supporto di un terapista. Perché lo stress tossico è un pericolo per la salute e può causare delle condizioni patologiche anche serie.

LEGGI ANCHE : 

Il maialino LiLou che aiuta i passeggeri più stressati

Un marito stressante fa invecchiare sua moglie

Capelli bianchi causati dallo stress: la noradrenalina


Like it? Share with your friends!

0
97 shares

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *