Lettone per tutta la famiglia: la moda del co-sleeping


0
120 shares

Dormire insieme in un lettone è una vera è propria moda che riporta in auge una prassi del passato.

Quando le famiglie numerose e povere condividevano la stessa camera da letto e materasso. Oggi questa tendenza alla condivisione del lettone e del dormire prende il nome di co-sleeping. Qualche anno fa, sul web era apparsa l’esperienza della famiglia di Ryan e Kim Constable.

In questo caso, l’ex giocatore di rugby di Belfast, e la moglie, insegnante di yoga, rivelavano di dormire insieme ai loro quattro figli. E per rendere possibile questo avevano a disposizione un maxi letto da 5,5 metri. Così potevano dormire insieme ai figli: Corey, Kai, Maya, Jack. Un espediente che ha permesso a tutta la famiglia di condividere lo stesso letto.

La loro esperienza familiare è stata condivisa sui social con pubblicazione di una foto. L’idea di progettare e poi realizzare un letto gigante, spetta ad entrambi i genitori. I quali hanno deciso di unire al loro letto matrimoniale, un materasso da una piazza e mezza ed uno singolo.

Quella che può apparire una stranezza è in realtà una risposta alle esigenze di una famiglia con figli piccoli. Infatti Ryan e Kim con 4 figli si sono ritrovati più volte ad ospitare, di volta in volta, il più piccolo. Il quale suscitava negli altri la stessa voglia.

In pratica, alla nascita di un nuovo fratello, tutti ritornavano nella stanza dei genitori. Tra i vantaggi del dormire insieme vi è la condivisione di coccole e storie prima di dormire. Di contro invece la coppia ha registrato una minore intimità. Ma è riuscita a ritagliarsi il proprio spazio andando a dormire nella stanza degli ospiti

Lettone per tutta la famiglia come sperimentare il co-sleeping

Negli ultimi anni la parola co-sleeping si è diffusa anche in Italia. Così non è inconsueto sentire parlare di tale abitudine che porta la famiglia a dormire insieme. Una prassi con effetti positivi sulla sfera psicologica. Infatti il co-sleeping è un tipo di esperienza capace di rassicurare i bambini più piccoli ma anche i genitori.

Al co-sleeping che interessa tutta la famiglia fa eco quello che coinvolge solo i fratelli. Con la condivisione del letto si incentiva la complicità fraterna. Ma allo stesso tempo si può trasmettere ai più piccoli un buon senso di rassicurazione. In modo da rendere la separazione dalla mamma meno traumatica.

Le camere da letto di molte coppie si possono facilmente trasformare in una stanza del co-sleeping. Basta solo allestire un lettone per tutta la famiglia.

I più pratici, che non vogliono spendere troppo, possono semplicemente disporre più materassi a terra. Oppure si possono creare dei maxi letti accostando grandi tappeti o pannelli isolanti per non lasciare il materasso sul pavimento.

In alternativa, ci si può rivolgere alle aziende produttrici di letti. Negli ultimi anni i produttori del settore hanno cercato di rispondere alle esigenze dei consumatori inserendo in catalogo dei lettoni.

Si parla in tal caso di letti “king size” ossia di letti familiari di diverse dimensioni. Così si può rispondere alle esigenze del co-sleeping di diverse famiglie.

LEGGI ANCHE : Al cinema arriva il letto al posto della poltrona


Like it? Share with your friends!

0
120 shares

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *