La lettura delle dita della mano cosa rivela della personalità

Poi c'è da sapere che si associa una caratteristica precisa per ogni dito, quindi ad ogni dito corrisponde un relativo aspetto della personalità di un individuo.


0
51 shares

La chiromanzia svela aspetti della vita e della personalità secondo una lunga tradizione tramandata fino a noi, è possibile soffermarsi anche sulla lettura delle dita della mano.

Secondo questa forma di divinazione ad ogni dito corrisponde un aspetto della personalità umana. Quindi chi crede nelle capacità profetiche di questa pseudoscienza può sottoporsi alla lettura della mano. Alla scoperta di un vaticinio sul proprio futuro. O per svelare degli aspetti nascosti del carattere.

In particolare, è possibile rintracciare delle informazioni precise se ci si sofferma su specifici dettagli. Da individuare sia osservando ogni singolo dito sia dalla lettura completa della mano. In base alle indicazioni della chiromanzia si deve fare una distinzione preliminare tra dita lunghe e le dita corte.

Che si devono misurare tenendo in considerazione le dimensioni complessive della mano, come anche i rapporti di ogni dito con gli altri. Con questa visione generale si può apprendere un aspetto particolare del carattere.

Poi c’è da sapere che si associa una caratteristica precisa per ogni dito, quindi ad ogni dito corrisponde un relativo aspetto della personalità di un individuo. In base agli insegnamenti della chiromanzia, nel pollice si individua la forza di volontà e l’autocontrollo di una persona.

Invece nel dito mignolo si rileva la capacità di comunicazione e gli aspetti finanziari della vita di un individuo. Un altro segno rivelatore della personalità lo si rintraccia in un dito anulare lungo che indica la necessità di attenzione ed un alto livello di autostima.

La lettura delle dita della mano: i segni da analizzare

Nella lettura delle dita della mano ci si deve soffermare sull’indice, considerato il “dito specchio”: rivelatore dell’immagine complessiva di una persona. Se questo dito è lungo denota una persona incline a comandare. Invece se l’indice è corto si è di fronte ad una persona che non ha molta stima di sé.

La chiromanzia focalizza l’attenzione anche sul medio detto il “dito muro”, associato all’atteggiamento nei confronti delle autorità. In più questo dito indica i confini mentali di un soggetto.

Chi ha un dito medio breve, potrebbe essere una personalità dallo spirito libero. Con la tendenza a seguire dei percorsi alternativi. Se si ha invece un dito medio lungo, questo dettaglio definisce una persona scrupolosa e votata al rispetto delle leggi.

Un pollice mobile ed elastico appartiene ad una personalità più o meno forte, questo perché il pollice rivela la capacità di adattamento di un soggetto. Quindi segna se una persona è incline alla spontaneità, ma anche a distrarsi.

Gli esperti di questa forma di divinazione si soffermano anche sul confrontare le due mani tra loro, se presentano delle diversità. Dal raffronto tra mano dominante e non dominante emerge che la prima è relativa alla carriera. Mentre la seconda mano si riferisce al proprio contesto familiare.

Quando si esegue la lettura delle dita della mano si considera anche il fattore flessibilità. Piuttosto che la lunghezza delle dita. In presenza di una piena flessibilità delle dita si può essere al cospetto di una mente spontanea ed aperta a nuove idee. Si analizzano anche le conformazioni delle dita e delle giunture nodose che riflettono un carattere polemico. Invece le nocche ben definite ed evidenti svelano un carattere impulsivo.

 

leggi anche : Lavarsi bene le mani: precauzione contro i virus


Like it? Share with your friends!

0
51 shares

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *