iMask: la mascherina protettiva Made In Italy lavabile e sterilizzabile più volte

Per assecondare le esigenze di un ampio target di clienti si ha la possibilità di scegliere la iMask in diversi colori ma anche trasparente


-1
53 shares, -1 points

Una startup siciliana nel corso dell’emergenza sanitaria ha realizzato una mascherina protettiva riutilizzabile più volte, si tratta di un’idea della srl dal nome iMask.

Hanno così preso forma delle mascherine protettive lavabili e sterilizzabili più volte per ridurre gli sprechi. Nello specifico questo modello di mascherina con filtro vanta un buon livello di sicurezza ed efficacia.

Si tratta dunque di una mascherina protettiva di tipo FFP3 senza valvola che assicura un grado alto di protezione di cui può beneficiare non solo chi la indossa ma anche chi si trova nelle sue vicinanze.

Il dispositivo in questione è realizzato in gomma termoplastica anallergica, un tipo di materiale che garantisce un tipo di vestibilità ottimale. In più il materiale offre un’elasticità regolabile che rende possibile adattare il dispositivo sul volto di ogni individuo.

Per quanto riguarda la durata del filtro, di solito dura un mese ma può essere sostituito. Ma non si deve gettare la mascherina perché è completamente riutilizzabile. Ma può essere riusata solo se adeguatamente lavata e poi sterilizzata.

Gli ideatori della startup siciliana hanno presentato 3 brevetti di carattere internazionale. Solo dopo l’acquisizione di tutte le certificazioni sarà possibile immettere la iMask sul mercato.

Mascherina protettiva iMask riutilizzabile all’infinito

Per assecondare le esigenze di un ampio target di clienti si ha la possibilità di scegliere la iMask in diversi colori ma anche trasparente. Si tratta di una versione che permette di poter vedere e leggere il labiale di chi la indossa. Il vero punto di forza di questo dispositivo della srl iMask è quello di indossarlo in modo confortevole adattandosi al volto.

Per quanto riguarda il prezzo di vendita scelto dall’azienda siciliana, si tratta di un prezzo concorrenziale. A quanto pare la iMask si troverà in vendita al prezzo di 15 euro. Invece il prezzo di vendita per i filtri è di poco più di 2 euro.

Sul mercato i filtri si trovano in pacchetti da 5, che garantiscono una copertura completa di circa 5 mesi. In questo modo si possono ridurre i costi relativi alle spese sui dispositivi di sicurezza individuale.

A tale sconto si aggiunge il costo ammortizzato previsto per ogni mascherina chirurgica. Che mediamente si vende al prezzo 0,50 centesimi l’una, ma dopo un solo uso poi si getta via. Non si deve poi sottovalutare l’impatto di tipo ecologico. Infatti si evitano così gli sprechi, abbassando i consumi così si dimostra un occhio di riguardo verso la sensibilità ambientale.

LEGGI ANCHE : 

Come non far appannare gli occhiali con la mascherina anti Coronavirus

Un prete spara acqua santa per benedire i fedeli e rispettare la distanza sociale

Come smaltire guanti e mascherine. Indicazioni del Ministero della Salute


Like it? Share with your friends!

-1
53 shares, -1 points

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *