Dolori fibromialgia leniti da chewing gum di cannabis


0
498 shares

Attualmente, non esiste una cura risolutiva per trattare in modo positivo i dolori della fibromialgia, al momento si fa ricorso a diverse opzioni terapeutiche per lenire i sintomi.

In genere, ai malati si prescrivono delle terapie farmacologiche. A base di farmaci come gli antidepressivi e gli antidolorifici. A cui si  associa una regolare attività fisica e delle tecniche di rilassamento. Quest’ultimo metodo rientra nell’approccio della terapia cognitivo-comportamentale.

Il quadro clinico della fibromialgia, in quanto malattia reumatica, colpisce l’apparato muscolo-scheletrico.

Dunque i pazienti devono convivere per tutta la vita con un dolore cronico e diffuso. Ma risentono anche di rigidità muscolare in varie sedi dell’apparato locomotore. E di un aumento della tensione dei muscoli.

A causa della percezione del dolore cronico, i malati sono costretti a condurre una vita pesantemente influenzata dal punto di vista qualitativo. Non solo il dolore cronico, ma anche lo stato di affaticamento, le alterazioni della memoria e le difficoltà di concentrazione incidono sulle attività quotidiane e lavorative.

Ad oggi la principale preoccupazione legata a questa patologia consiste nel trovare un approccio terapeutico risolutivo. Infatti il decorso cronico dei dolori della fibromialgia rappresenta una vera e propria sfida medica.

Grazie all’impiego della cannabis in campo medico si è fornito anche ai malati di fibromialgia un palliativo. Si tratta del chewing gum alla marijuana che è stato testato per alleviare i dolori cronici di questa sindrome.

Dolori fibromialgia ed altre condizioni patologiche che possono trarre sollievo dal chewing gum

Le applicazioni della marijuana terapeutica sono sempre più frequenti. Per trattare i sintomi dei malati oncologici, di quelli terminali e non solo. Questo perché la pianta della canapa può essere considerata a tutti gli effetti un rimedio naturale di tipo farmaceutico.

Per questa ragione in campo medico si continuano ad esaminare le proprietà di tipo farmacologico. Che sono possedute dai principi attivi della pianta. In grado soprattutto di placare le condizioni di dolore di tipo cronico. Ma anche di dare sollievo ai sintomi associati all’epilessia ed al cancro.

Diverse categorie di malati, affetti da condizioni patologiche, possono lenire i sintomi masticando il chewing gum a base di cannabis. Questo prodotto di natura farmacologica contiene 5 mg dei principi attivi della cannabis. Si tratta di: CBD e THC. Grazie al CBD si inibisce il dolore.

Perché si bloccano i segnali dei recettori del dolore inviati al cervello. Per annullare il suo effetto eccitante, al CBD si sottraggono le sostanze psicoattive. Invece il THC è capace di ridurre lo stress.

Quindi masticando il chewing gum a base di cannabis si ottiene un effetto rapido e sicuro. Perché i principi attivi di tale prodotto entrano nel flusso sanguigno tramite la bocca. Senza passare attraverso gli organi vitali.

Inoltre, la sua modalità di uso permette di ottenere un immediato effetto palliativo contro il dolore. In più, questa gomma da masticare è utile per contrastare lo stress. Ma anche per stimolare il sistema sanguigno. Accanto a tali benefici si evidenziano altre virtù.

Di cui possono usufruire soprattutto gli anziani. Infatti, il chewing gum a base di cannabis consente di potenziare la memoria e di proteggere le funzioni cerebrali. Inoltre è capace di migliorare i processi decisionali.

LEGGI ANCHE :Le bottiglie di plastica sono dannose per la salute


Like it? Share with your friends!

0
498 shares

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *