Anguria: Come seglierla per capire se è buona


0
479 shares

Scegliere nel migliore dei modi un anguria

L’estate sta arrivando e l’anguria sarà indubbiamente uno dei frutti che vedremo spesso sulle nostre tavole. Ma come possiamo scegliere le angurie giuste?

Si tratta infatti di una delle domande più frequenti quando si vuole fare un grande uso di questo fantastico frutto, che senza dubbio detiene il trono di re dell’estate. Chi non sogna infatti di godersi una fresca e succosa fetta di anguria con amici o parenti durante una afosa e torrida serata estiva? In questo articolo vi elencheremo quattro consigli che vi daranno una mano  a scegliere l’anguria migliore. Vediamo di cosa si tratta.

Il primo passo da fare è cercare le zone biancastre presenti sulla buccia per esaminarle. Infatti si tratta di aloni assolutamente normali, che indicano dove l’anguria è rimasta appoggiata a terra. Le migliori di solito sono quelle che presentano queste zone di un color giallo o arancione. Ecco dunque il primo consiglio che vi indica le angurie maggiormente gustose. Tenetelo bene a mente.

Una cosa delle quali spesso si cade in errore sono le ”cicatrici” che possono essere osservate sulla buccia dell’anguria. Di primo acchito tantissime persone interessate a mangiare questo frutto, si precipitano sulle scorze che sembrano più pulite e di bell’aspetto.

In realtà quei segnali indicano il numero di volte in cui le api sono intervenute impollinando il fiore prima della maturazione: maggiormente ce ne sono, più solitamente l’anguria ha un gusto dolce. Vi conviene quindi scegliere quelle che presentano il maggior numero di cicatrici sulla loro buccia.

Maschio o femmina: Scegli l’anguria giusta

Molti non ne sono a conoscenza, ma sapevate che l’anguria ha due sessi? Esatto esistono sia le angurie maschio che le angurie femmina!

Li si possono riconoscere dalla loro forma, poiché i maschi sono maggiormente allungati, mentre le femmine mantengono una silhouette più rotonda. In linea di massima i primi risultano più acquosi, mentre i secondi sono più dolci. Dovete tenere questo fattore in considerazione quando cercate un anguria più confacente ai vostri gusti e alle vostre preferenze.

L’ultima chicca riguarda la cosiddetta coda dell’anguria, un particolare che solo chi è a conoscenza di questi trucchi si preoccupa di controllare.

Quella protuberanza apparentemente insignificante infatti indica la maturità del frutto: se è troppo verde significa che l’anguria è ancora acerba e poco dolce. Una “coda” marrone e legnosa invece è indice di buona maturazione. Tenete queste cose a mente e vi godrete al meglio questo piacere estivo.

L’ultima perla riguarda la cosiddetta coda, un particolare che solo chi conosce questi trucchi si preoccupa di controllarle. Quella protuberanza apparentemente senza significato, infatti indica la maturità del frutto. Se è di un verde eccessivo significa che l’anguria è ancora acerba e poco dolce. Una ”coda” invece di color marrone e legnosa indica una buona maturazione. Tenete questi consigli a mente e vi godrete al meglio questo saporito frutto estivo.

Leggi anche: I cibi che si conservano più a lungo


Like it? Share with your friends!

0
479 shares

What's Your Reaction?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
0
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *